IL TEATRO VIRTUALE

All’interno del museo è stato installato un teatro virtuale immersivo composto da tre schermi. Le riprese, effettuate durante una spedizione nel Tibet orientale nel 2016, mostrano i paesaggi, le montagne, le valli, i monasteri e l'incredibile popolo che abita quei luoghi così lontani. La nostra missione è creare un museo vivo, sempre in aggiornamento alle tecnologie del nostro tempo per dare al visitatore un'esperienza unica nel suo genere. 

Qui di seguito potete visionare il filmato visibile nell’ installazione

MACO 

Museo di Arte e Cultura Orientale

ll Museo di Arte e Cultura Orientale di Arcidosso, è il frutto di oltre 35 anni di collaborazione tra il Comune di Arcidosso e l'Associazione Culturale Comunità Dzogchen di Merigar, un'associazione culturale senza scopo di lucro, fondata dal Prof. Namkhai Norbu,  professore di Lingua e Letteratura Tibetana e Mongola presso l'Università Orientale di Napoli dal 1962 al 1992. Il progetto è nato dalla volontà di entrambe le istituzioni ed aveva come fine quello di trovare una sede per la ricca collezione di oltre 5000 oggetti d'arte orientale e reperti etnografici contenuti nella Collezione Namkhai. Per portare avanti questo obiettivo, si è ritenuto che fosse importante creare un'esperienza di “museo vivente” per i visitatori. Per questo motivo il progetto è culminato nella selezione del mandala come tema unificante centrale, questo tema è stato utilizzato sia sul piano concettuale museologico che nella progettazione architettonica. Il mandala rimane il principio guida che è stato interpretato in vari modi nell'intero progetto.

MACO Museo di Arte e Cultura Orientale